And what do I get, for my pain? [*]

Una delle mie storie preferite era quella delle farfalle che a un certo punto avevano cambiato colore. Ce l’aveva raccontata la maestra quella volta che ci aveva spiegato che eravamo fratelli e sorelle delle scimmie. Mia mamma a volte mi chiamava scimmia, a volte rospo, per cui non era stata una grande novità. Alla storia di Adamo ed Eva e della mela non ci credeva del tutto neanche la catechista, secondo me, aveva messo subito le mani avanti per dire che insomma, quello che c’era scritto nella Bibbia non era mica da interpretare alla lettera. Avevo tirato un sospiro di sollievo perché io in realtà la Bibbia un po’ l’avevo già letta. La prendevo in mano quando mi stancavo di leggere gli elementi di primo soccorso o di rileggere Piccole donne. C’era gente che viveva centinaia di anni, per dire. C’era Dio che si incazzava in continuazione.
La storia delle farfalle che avevano cambiato colore era una storia che riuscivo a immaginare particolarmente bene perché c’entravano le betulle, e le betulle erano gli alberi più facili da riconoscere, erano anche belle da disegnare, sembravano i cuccioli della Carica dei 101.
La storia diceva più o meno così. Era successo che queste farfalle – farfalle notturne, mica come quelle gialle che sembravano primule con le antenne, all’inizio erano dello stesso colore della corteccia delle betulle, bianche con dei puntini scuri. Poi la corteccia delle betulle aveva cambiato colore per via dei fumi delle fabbriche, e anche le farfalle avevano cambiato colore, erano diventate nere.
La cosa interessante di questa storia era che le farfalle nere in realtà esistevano già prima, ma erano pochissime. Le farfalle nere erano un errore. Forse mi immedesimavo un po’ nelle farfalle nere, per via dei miei capelli. Forse ho pensato che il lieto fine non fosse il principe che arriva a cavallo e vissero per sempre felici e contenti, ma questo, la farfalla sbagliata che diventa quella giusta.

[*]

Annunci

9 thoughts on “And what do I get, for my pain? [*]

  1. La farfalla sbagliata diventa quella giusta perché trova il suo posto, quello in cui non è più sbagliata, ma più giusta che mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...