Anonymous asked yellowletters:

Cos’è l’amore?

Non sono capace di dare una definizione da dizionario, ma provo a spiegarti cosa vuol dire per me (che poi è l’unica risposta possibile, penso, neanche una cosa facile come, per dire, una mela, è uguale per tutti).
La prendo un po’ alla lontana, che non è un modo per girarci intorno senza darti una risposta diretta, davvero: solo, mi sembra l’unico modo possibile – forse perché l’amore è una cosa che si costruisce, e allora anche la risposta va costruita in qualche modo.
Le persone, all’inizio, non si scelgono. Le persone ci capitano. Ci sono momenti della vita in cui capitano di più – all’inizio, soprattutto, quando ancora le idee non sono molto chiare e sono gli altri a scegliere per noi – in quale scuola andare, se imparare o meno a suonare uno strumento o praticare uno sport, cose del genere. Poi continuano a capitare, ma capitano in luoghi in cui siamo arrivati perché lo abbiamo deciso – magari non nel momento in cui ci arriviamo ma qualche giorno prima, o mese, o anno.
Le persone, quindi, ci capitano. E ci capita che ce ne sia una che ci piace più delle altre, e magari ci capita di pensare di volerla baciare, di volere passare del tempo con lei – cose così – ci capita di non riuscire a non pensare a quella persona. Ci capita di sentirci innamorati.
L’amore, però, è una cosa diversa, credo. Non è una cosa che capita. Passa un po’ di tempo, e magari hai già baciato quella persona, e hai passato del tempo con lei e tante altre cose, cose che diventano sempre più scelte e sempre meno caso, e capisci che sì, è la persona giusta. A quel punto, secondo me, scegli l’amore.
E’ una cosa che fai ogni mattina, scegliere l’amore. Ti svegli, vai in bagno a fare la pipì, ti lavi le mani, metti la caffettiera sul fuoco, fai colazione, ti lavi i denti, ti fai la doccia, ti vesti – e in un momento in mezzo a tutti quei momenti decidi di amare quella persona, la persona che hai scelto di amare. Scegli di baciarla come quando non desideravi altro che le sue labbra, scegli di passare del tempo con lei come quando ogni minuto di lontananza ti provocava una fitta intollerabile di mancanza, – cose così.
Non esiste l’amore, esiste l’amare.

Annunci

One thought on “Anonymous asked yellowletters:

  1. una visualizzazione più che logica se raziocinata dalla ragione…..ma in fondo come si fa a trovare logicità nell’amore?
    A volte limiti e tempi di realizzo vengono stravolti dalle nostre percezioni….dai nostri sensi, da quella attenzione o interesse suscitato.
    Mi piace il preambolo riguardo alle decisioni prese in libero arbitrio o no…..dei luoghi e delle persone che ci hanno fatto capitare o che abbiamo deciso
    di seguire.
    E mi piace il finale nel distinguere l’amore con l’amare….necessariamente indispensabile direi..
    ..come la compassione si distingue dalla comune condivisione.

    Il significato etimologico della parola crisi è scelta e la vita è fatta di scelte….anche quando decidiamo di non scegliere in realtà scegliamo.
    Forse la vita è un insieme di continue crisi da gestire e risolvere e quando incontriamo qualcuno che non ce ne fa sentire il peso…..
    ……allora ce ne innamoriamo!

    …e la vita è Amore…..Amare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...