dotsrt

Abbiamo sfogliato tutti gli album, quelli in cui ero piccola, quelli in cui ero media, quelli in cui non ero che una possibilità da intravedere in loro due, giovanissimi, timidissimi, non sembrano mai guardare dritti nell’obiettivo della macchina fotografica neanche quando lo fanno, come se fossero comunque sul punto di abbassare lo sguardo o, addirittura, un poco, la testa – abbiamo staccato fotografie buttate in una scatola, appiccicate l’una sull’altra – tutte quelle che ho tenuto, non abbastanza da dare un volto a ogni nome che mi hai sentito pronunciare – e, alla fine, mi hai detto: mi sarei innamorato di te sempre, mi sarei innamorato di te a ogni età.
Mi hai detto così, ti ho risposto che ti avrei ricambiato, abbiamo deciso di fare finta di avere la stessa età, abbiamo immaginato tutti i modi in cui ci saremmo persi – saremmo stati amici, non avremmo mai osato confessarci di, ecco, dai, hai capito, saremmo andati insieme al cinema, avremmo passato i pomeriggi a leggerci cose a voce alta per poi immergerci di nuovo nel silenzio tra le righe, avremmo sofferto ascoltandoci dire, c’è questa persona – ti avrei scritto una lettera, mi hai detto, ma io non lo so mica, se l’avresti fatto davvero.
Ogni giorno sembra una settimana, diciamo: quella volta, e intendiamo ieri, collezioniamo momenti, stiamo attenti a non lasciarne nemmeno uno senza colonna sonora, che esca dalle casse in camera da letto, che venga dalla strada, che sia il silenzio di grilli e uccelli delle nostre non-vacanze – stiamo attenti alle luci, che siano di un eterno tardo pomeriggio, stiamo attenti alle parole che diciamo, ma mai abbastanza.
Stiamo attenti. E non avremo mai un album come quelli, e non riusciamo a venire bene tutti e due nella stessa fotografia, e io ti scatto un po’ più bello, e tu mi scatti un po’ più brutta, e non ci resta che lo specchio, per vederci incorniciati, o lo schermo quando si fa nero e il nostro sguardo si incrocia senza bisogno di voltarci e ci leggiamo i sottotitoli sulle labbra, prima della prossima scena, prima del prossimo giorno,
1
00:00:21,187 –> 00:00:23,849
Ti amo.

2
00:01:20,113 –> 00:01:23,810
Anch’io.

3
00:01:23,917 –> 00:01:25,851
Per sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...