When We Were Young

Mi capita ancora adesso, non dico che non mi capiti più, eh? Pensare di volere essere giovane per sempre, che poi è un’idea sciocca, non tanto perché irrealizzabile, ma perché se penso alla mia vita è un po’ come se fosse andata sempre migliorando, col passare dell’età, per quanto diventi più difficile – è vero che le difficoltà sono, in qualche modo, proporzionate alla maturità, ma a volte mi sembra che il loro incremento sia logaritmico. Non avrei saputo scrivere questa cosa, se non ci fossi stato tu. E avere le parole per scrivere le difficoltà, per dirle, è un enorme passo avanti.
Dicevo. Diventa più difficile, è vero, ma migliore. Migliora. E inizi ad arrivare ad avere età che non riuscivi a immaginarti, tanto ti sembravano lontane – non irraggiungibili, ma impossibili, in un certo senso – come se la differenza tra te a, poniamo, sedici anni, e te a trenta fosse tale da renderti un’altra persona. La vita di me trentenne, a sedici anni, non mi riguardava. Non mi riguardava nemmeno a vent’anni, o a venticinque. Era la vita di un’altra persona che avrebbe potuto o meno somigliarmi, ma solo esteriormente o così interiormente – intracellularmente, potrei dire, se si potesse dire e il correttore non mi segnalasse la parola come errore – da non interessarmi.
Ci pensavo ieri sera, mentre stavamo per metterci a dormire. Adesso ho voglia di vedere chi sarò a quarant’anni, a cinquanta, ho voglia di vedermi a tutte le età. Adesso tutte le età mi riguardano. Ho voglia di vederci – non ho fretta, perché ogni giorno, tra tutti i giorni che compongono un anno, sarà da assaporare – di sapere cosa diventeremo. Di scoprire quanto ci somiglieremo ancora tra vent’anni o tra cinquanta – quanto somiglieremo alle persone che siamo adesso – pensa a quanti film avremo visto, tra cinquant’anni. Chissà se esisteranno ancora i film così come li conosciamo adesso – certo che esisteranno, il futuro cambia tantissimo e pochissimo allo stesso tempo, mi pare.
Non voglio più essere giovane per sempre, perché vorrebbe dire non potere invecchiare con te. Non è solo una cosa bella, invecchiare insieme, è fatta di un sacco di cose poco piacevoli, di momenti difficili da superare insieme, di cambiamenti che, per quanto vissuti giorno per giorno, non finiranno mai di stupirci, e non sempre in positivo, credo. Ma se sapremo amarci sempre, allora tutto avrà senso. Imparerò ad amare i capelli bianchi, le rughe, le macchie sulla pelle, imparerò ad amare la lentezza, imparerò ad amarti cominciando ogni giorno da zero. A partire da adesso.

Annunci

2 thoughts on “When We Were Young

  1. È incredibile,non ci avevo mai pensato,ma è verissimo anche per me!un tempo non mi importava della me futura,mentre oggi…oggi tutto del futuro mi interessa e mi attira,alla velocità di un giorno alla volta. Sarà perchè anch’io ho accanto una persona con cui voglio ammirarlo e viverlo,questo complicato futuro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...