I wish I could stay here / Make a little heaven with you here / Baby I’m so good for you / And you know it’s true

A volte ho questa fantasia, prenderti la testa tra le mani e guidarti dentro di me ed è l’unico momento in cui il mio interno non lo immagino nero e rotto e gelido, lo immagino caldo, accogliente, un luogo pieno di fontane e foglie e dove l’acqua guarisce, dove le lacrime delle piante sono nettare e panacea, e diventeresti piccolissimo e poi cresceresti ancora e saresti nuovo, senza un dolore, senza un pensiero se non quelli di cui ti nutrirei col mio sangue, pensieri che ti racconterebbero la verità su te stesso, la verità su te stesso nel modo in cui ti vedo tutte le volte che mi fermo a guardarti e mi chiedi: cosa c’è? E io rispondo niente anche se magari sto pensando a qualcosa, invece, e può essere una cosa scema come il fatto che amo il modo in cui le sopracciglia ti rendono gli occhi ancora più belli, che le tue pupille sono sempre un po’ dilatate, come le mie, e quando ero bambina avevo letto in un libro che le pupille dilatate sono più belle perché ce le hanno i bambini, i cartoni animati e, una volta, certe donne che si bagnavano gli occhi apposta per avere uno sguardo più profondo; oppure può essere una cosa meno scema perché mi hai appena raccontato qualcosa e io penso che sei proprio bravo, penso che vorrei essere come te, penso che non lo so com’è che mi hai scelta ma te ne sono grata.
E allora rinasceresti e non saresti più giovane perché nasceresti così come sei adesso, solo più roseo perché avresti imparato a respirare, solo senza tutti quegli angoli piegati all’ingiù come spesso accade e mi verrebbe voglia di pestare i piedi e urlare che non è giusto, solo con dei pensieri nuovi e belli, di quelli leggeri come lo zucchero filato e della stessa consistenza e dello stesso colore, e smetterei di fumare per evitare che ti si ingialliscano di nuovo e potremmo abbracciarci tanto e baciarci di più, e non piangeresti mai se non di gioia e io non piangerei mai se non di gioia e non inciamperesti più, non andresti più a sbattere contro gli spigoli e nemmeno io, e gli unici lividi che avremmo sarebbero quelli che ci facciamo stringendoci troppo forte; non ricorderesti più che forma ha il dolore né il modo in cui ti annebbia la vista, ma non ci sarebbero buchi nella tua memoria, solo le mie parole che ti raccontano una storia diversa da quella che ti hanno sempre raccontato e che è l’unica storia vera, e rimarrebbe ancora spazio per tutte le storie che scriveremo insieme, per le promesse che ci scambieremo mantenendole, per il resto della nostra vita che sarà bellissimo, anche se non potrò mai realizzarla, quella fantasia, ma tutto il resto sì. Tutto il resto sì.

Annunci

2 thoughts on “I wish I could stay here / Make a little heaven with you here / Baby I’m so good for you / And you know it’s true

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...