Love me or leave me and let me be lonely

Lasciami perdere è come dire: portami in un posto che non conosco, senza darmi punti di riferimento, fammi chiudere gli occhi e roteare su me stessa e dimmi di contare fino a mille e, quando riaprirò gli occhi, non ci sarai più, e sarò persa e sarò lasciata.
Lasciami perdere è come dire,  prendimi le mani e giriamo veloce e poi lasciale andare e io cado all’indietro e picchio la testa e quando mi risveglierò non ci sarai più, e sarò persa, e sarò lasciata.
Lasciami perdere è una cosa che non vorrei dirti, e mi tappo la bocca fortissimo per stare zitta, perché vorrei che pensassi che non c’è niente da lasciare perdere e tutto da tenere, anche i miei difetti che fanno un elenco più lungo dei miei capelli anche quando erano ancora più lunghi ma che mica si possono tagliare via, i difetti, come si fa con i capelli, se no davvero giuro davvero li avrei già tagliati, anche se dovesse essere una di quelle cose che fanno sanguinare – e poi penso che tappandomi la bocca in questo modo rischio di farti dimenticare l’unica cosa bella che ho, che poi sarebbe, credo, il mio sorriso, ma poi chissà, forse sono riuscita a rovinare anche quello, e quando penso di starti sorridendo come una principessa in realtà ti sto sorridendo da strega.
Lasciami perdere è una cosa che non vorrei dirti mai, una cosa che dovresti impedirmi di dirti perché io non sono mica capace, di stare zitta, anche quando dovrei, ma ti capisco se non lo farai, un po’ perché è difficile, farmi stare zitta, quando inizio a parlare, un po’ perché chi te lo fa fare, di impedirmelo, quando invece potresti lasciarmi perdere davvero, e non sarebbe certo una tragedia, per te – lo vedi che non sono capace che di dire cazzate? Lo vedi che i miei bisogni sono più grandi di te e di me messi insieme e mi schiacciano e non c’è leva che basti a sollevare il mondo che mi porto sulle spalle?
Lasciami perdere è come dire: lasciami persa, perché è così che starei se non ci fossi tu; è come dire, lasciami, perdimi, perché perdermi è meglio che trovarmi, lasciarmi è meglio che tenermi, ed è una cosa che non vorrei dirti mai, ed è una cosa che non dovrei nemmeno pensare, ed è una cosa che dovresti scuotermi di dentro prendendomi per i piedi e mettendomi a testa in giù per impedire che mi soffochi, ed è una cosa che è una malattia, ma una malattia di quelle da cui si può guarire, ma solo se lo decidi tu, di prenderti cura di me, di farmi prendere le medicine che nemmeno sono amare – se decidi di amarmi, davvero e per sempre, se decidi di amarmi come ti amo io.

Annunci

2 thoughts on “Love me or leave me and let me be lonely

  1. Il mondo che ti porti sulle spalle, più che sollevarlo e offrirgli un altro punto di appoggio, bisognerebbe spingerlo via, lasciarlo precipitare a terra, infrangersi sul pavimento con acuto rumore di vetri rotti. Bisognerebbe tenerti lontana dai cocci, che correresti a prendere in mano, arrabbiata o disperata, tagliandoti dita palmi polsi braccia, nel tentativo di raccoglierli e rimetterli insieme. Stai lontana!, bisognerebbe dirti, e poi spazzare via tutto, e nel frattempo distrarti, darti un foglio di carta e una penna, tieni, scrivi il dolore che senti a tenere finalmente la schiena diritta, un giorno rileggerai e noterai che le parole si saranno cancellate da sole, il foglio tornato bianco, e per te sarà giunto il momento di scrivere una nuova storia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...