Dieci motivi per non amarti

Sto cercando di trovare dieci motivi per non amarti. Dieci perché funziona così, certi elenchi devono sempre essere composti da dieci elementi, ci sarà un motivo che non conosco, potrei anche cercare di scoprirlo per spiegartelo ma non ho tempo, ho da fare, te l’ho detto: sto cercando di trovare dieci motivi per non amarti.
Potresti chiedermi: perché? Ma io ti appoggerei l’indice in mezzo alle labbra, Ti chiederei di aspettare, di avere pazienza. Lo capirai quando sarà il momento, quando avrò esaurito la mia ricerca – non avere paura, solo, ti dico adesso, non c’è niente da temere, sei in un posto fatto di lettere e tutte le lettere sono d’amore, anche questa, anche se potrebbe sembrarti di no.
A volte capita che me ne venga in mente uno, e penso, dovrei appuntarlo per il mio elenco – in fondo ho sempre almeno una penna nella borsa e un pezzo di carta non è poi difficile da trovare, potrei scrivere sul pacchetto di sigarette o su un fazzoletto, volendo, o sul retro dei tuoi biglietti del treno. Non lo faccio perché poi succede così: penso al motivo, lo rigiro un po’ in mezzo a tutti gli altri pensieri che ti riguardano, come fosse una di quelle palline colorate che rimbalzano e di cui è difficile prevedere la traiettoria, e alla fine scopro di avere sbagliato, di essermi inventata una nuova paura (chissà se poi le paure si inventano, o sono semplicemente lì, in attesa di germogliare), o di avere addirittura scoperto non già un motivo per non amarti ma uno dei motivi per cui ti amo o anche un motivo per amarti di più.
La verità è che non mi riesce di trovarne nemmeno uno, figuriamoci dieci. E sì, avresti tutte le ragioni del mondo se mi chiedessi, perché? E mentivo dicendoti che avresti capito, a un certo punto – pensavo che sarei riuscita a inventarmene almeno uno e mostrarti, in queste righe, il modo in cui si trasforma da un motivo per non amarti a una ragione per amarti di più.
La verità è che non ho mai imparato a essere felice. Tipo che, secondo me, quando ti arriva una cosa bella dovresti essere capace di sederti e tenertela stretta e limitarti a quello, mica come faccio io che invece cerco di smontarla per vedere come funziona e mi racconto che lo sto facendo per capire come continuare a farla funzionare, come se non sapessi che, smontandola, corro il rischio di romperla, di non saperla più aggiustare. E allora, se mi chiedessi: perché? Potrei risponderti in questo modo: mi stai ponendo la domanda sbagliata, quella giusta è, perché me lo stai dicendo? E la risposta, be’, la risposta è semplice. Te lo sto dicendo perché tu ti sieda con me e con questa cosa bella, che sei tu ma che soprattutto siamo noi, e mi tenga ferme le mani stringendole tra le tue, per impedirmi di romperla, di romperci; perché tu ti sieda con me per spiegarmi che non c’è bisogno di capire sempre tutto, perché tu lo faccia tenendomi stretta, e allora sono sicura che capirei.

Annunci

10 thoughts on “Dieci motivi per non amarti

  1. Leggo ciò che scrivi da diversi anni ormai. Ho scoperto il tuo blog per caso, navigando su internet e me ne sono innamorata subito. Questa è la mia lettera preferita, la prima volta che l’ho letta avevo probabilmente 12 anni, ora ne ho 19 e la trovo ancora bellissima. Complimenti..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...