Telepatia

C’è una cosa che mi piace tantissimo, non dico più di certe altre che non voglio dire e che mi piacciono di più, ma tantissimo comunque: mi piace finirti le frasi, sapere cosa stai per dire e come lo dirai e dirlo al posto tuo o insieme a te, che poi non è che sia una cosa di quelle che si fanno di proposito, e anzi, è più facile forse quando si è un po’ soprappensiero o si sta pensando ad altro che, anche se è altro, sei sempre tu – farlo di proposito sarebbe una cosa che non mi piace per niente perché sarebbe bello solo in apparenza e poi si guasterebbe subito, e io non voglio che le cose si guastino subito, voglio cose che durino, di quel cotone resistente che si usava una volta e potevi mettere le magliette in lavatrice un milione di volte e restavano sempre come nuove, mica come quelle magliette di adesso che si bucano solo a guardarle e stingono e hanno le cuciture fatte male.
Assomiglia a leggere nel pensiero che lo so, non esiste, non è possibile leggere davvero nel pensiero di un’altra persona, ma è anche vero che a volte, invece, è possibile pensare come se il pensiero fosse uno solo, anche se diviso in due teste, e io ne penso un pezzo e tu ne pensi un altro ed è un po’ come quando mangiamo le focaccine insieme, e ne resta una sola e tu mi dici, mangiala tu, e io ti dico, no, mangiala tu, e allora ce la dividiamo a metà, alla fine, e io prendo la parte più piccola e penso che sono scema e dovevo prenderne di più, di focaccine, ma questa è un’altra storia ancora – il punto è che quella focaccina divisa a metà finisce un po’ nella tua pancia e un po’ nella mia che sono pance diverse ma, in quel modo, iniziano a lavorare insieme e in un modo molto simile e infatti poi non si capisce mai se è la tua, di pancia, che sta brontolando, o la mia – l’esempio del brontolio forse è ancora meglio di quello delle focaccine, a pensarci bene, perché è proprio nel brontolio, ancora più che nei baci, persino, che ci si confonde e si diventa quasi una cosa sola. Ci sono altri modi, certo, ma questo succede, è inevitabile, così come sono inevitabili un sacco di altre cose – e lo so che quando si dice: inevitabile, si pensa sempre a qualcosa di brutto, ma non è mica detto che sia così. L’amore, per esempio, a volte è inevitabile. Inevitabile dovrebbe volere dire: qualcosa che non si può schivare, ma tu lo saprai meglio di me, magari poi mi dici, sì, vuole dire proprio così, oppure mi spieghi, se non dovessi avere capito. Comunque. Inevitabile dovrebbe volere dire: qualcosa che non si può schivare, che fa venire in mente una cosa del genere – tu che ti muovi in mezzo alla vita e la vita ti lancia addosso delle cose e certe le puoi schivare e altre invece ti colpiscono in pieno, anche se ti pieghi in modi strani e cerchi di fare in modo che non ti colpiscano, e l’unica spiegazione che mi viene in mente, allora, è che le cose inevitabili devono essere per forza enormi, così grandi da sbarrarti la strada, ma per finta, perché poi, se sono cose come l’amore, ti accorgi che basta entrarci dentro, sentirti a casa. Ecco, quando ti finisco una frase, o quando ci brontola lo stomaco e non riusciamo a distinguere tra la tua pancia e la mia, mi sento a casa. Mi sento a casa nella tua voce, nelle tue braccia, nei tuoi occhi, e allora penso che andrà tutto bene, anche se non lo dico quasi mai; ma dovresti vedermi, quando me lo dici tu: dovresti vedere il modo in cui ti credo.

Annunci

3 thoughts on “Telepatia

  1. bello bello! adoro la telepatia, dire (e pensare) la stessa cosa contemporaneamente!
    ..e il brontolio delle pance che si confonde e uno chiede all’altro “era il tuo pancino o il mio?”
    ed è vero che certe cose inevitabili sono davvero belle :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...