Willful Creature

Sono qui che grido il tuo nome e tu non mi senti, se mi senti non mi rispondi, se mi rispondessi non saprei cosa fare – avere paura che tu non sia più la persona che eri? Avere paura che tu lo sia ancora?
Al solo pensiero inizio a pensare a tutti i desideri che avrai desiderato in questo tempo senza me – desideri senza me, tempo senza me – ai modi in cui non hai cercato di dimenticarmi perché non ne hai avuto bisogno, alle storie che ti sei raccontato o ti sei fatto raccontare dalle tue mille sirene, le storie in cui tu hai ragione e io no e in fondo è così, cosa avresti dovuto fare? Costringerti ad amarmi? Ci hai provato, ci hai provato così bene da convincermi e cederti e mettere ogni volta tutto sul tavolo sapendo che pure se stavi bluffando mi avresti vinta e io avrei perso tutto, la ragione, l’innocenza, la fiducia.
Niente è più stato lo stesso. Mi sono raccontata che hai avuto paura, che hai pensato di non meritarti la felicità che intravedevi, che hai temuto che la mia intensità ti potesse consumare – non mi sono raccontata l’unica cosa vera in tutto questo, che sempre e da sempre ho capito solo ciò che volevo capire, ho tralasciato i fatti e coltivato speranze pensando che un giorno saresti tornato e io sarei stata la tua casa e le speranze gli alberi sotto l’ombra dei quali proteggerci dal sole infuocato della fine delle cose, pensando che un giorno saresti tornato e io sarei stata la tua casa e le speranze il cibo del quale ci saremmo nutriti quando ci fossimo ricordati di avere fame d’altro che non fosse noi.
Ero il tuo baricentro e adesso pendi quasi orizzontale nella mia direzione, eri il mio baricentro e adesso cado e non ho voglia di rialzarmi, ero e sono l’unica persona ad averti mai visto per davvero, mi ripeto, e per questo sono stata condannata a non vederti a non costringerti a specchiarti nel mio sguardo essere sempre alla sua altezza – e invece niente, sto mentendomi per darmi una ragione, ero un fuoco di candela e la falena che si brucia e resta verme, ero un gioco che sapevi di aver vinto dal principio grazie agli assi nelle maniche della camicia nera, ero una delle tante solo ho avuto più pazienza o più fortuna o più benzina, più abitudine all’abuso – tra vent’anni, mi dicevi, tra vent’anni sarò solo molto vecchia , consumata, se davvero mi volessi mi vorresti stamattina.

Annunci

13 thoughts on “Willful Creature

  1. Brava madame. Come sempre.
    Se continui a scrivere cose di questo tipo, dovrò smettere di leggerti.
    Non riesco a reggere altre cose così: mi riempiono di tristezza proprio perchè potrei averle scritte io, se solo avessi la tua abilità…ma non è anche questo il pregio di un buon scrittore? riuscire a far sentire il lettore protagonista della storia?

      1. se trovi il modo di anestetizzarti, sia fisicamente che emotivamente, fammi uno squillo, ne vorrei una bella dose anch’io…
        (ricambio)

      1. DIO SANTO QUANTO HAI RAGIONE.
        (scusa, so che il caps lock non è ben visto in rete, ma scrivi in questo modo sublime che dice le parole incapaci di uscire dalla mia bocca…
        e poi, riguardo al silenzio… sì, quella è la coltellata peggiore. quella che sta lì aperta infetta e non guarisce mai, MAI.)

  2. Willful Creature….bel titolo.
    Io però ci metterei anche Staggered, Stumbled e Chained perchè dietro questa ostinazione ci vedo una persona ancora incredula, ci leggo una persona convinta ma incerta nonostante tutto, ci leggo e ci vedo Te, legata ed appesantita da una catena invisibile che porti addosso in segno di lutto.
    Alzati Chiara, alzati da terra….da qui su si vede meglio e se ti da fastidio il Sole, beh…con un paio di occhiali neri credo non staresti male!
    Con affetto…Mauro.

  3. Mi hai fatta piangere. Sul serio.
    Sembra che ci siamo innamorate della stessa persona, passando le stesse identiche pene
    sto malissimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...